10/11/19 Nella valle del Biedano. Da Blera a Barbarano Romano

Le gole e le forre sono una caratteristica della Tuscia, ma quella che collega Blera a Barbarano della zona delle necropoli rupestri è quasi sicuramente la più bella. Partiti da Blera abbiamo percorso il fiume Biedano fra le pareti di tufo che raggiungono i 50 – 60 metri di altezza. Il paesaggio intorno a noi ha un fascino straordinario, fra felci, muschi e licheni che ricoprono i grandi massi di tufo. Nella parte centrale consente di scoprire vecchi sbarramenti, vecchie mole a testimonianza di quanto fosse importante il torrente per l’economia del luogo.

Continua a leggere →





Autunno intorno al Monte Cucco 27 OTTOBRE 2019

Giornata gigliata direi.
Dire quindi che abbiamo fatto il pieno di positività non è un eufemismo
Ottima compagnia (eravamo un gruppo numeroso ma ormai consolidato )
Ottimo foliage autunnale, che ha aiutato i nostri fotografi Marco e David negli scatti
Sole splendente con la sua luce autunnale .
Insomma una giornata immersa nei colori , come se un quadro prendesse vita e noi ci trovassimo proprio
in mezzo alle pennellate.
Giro ad anello intorno al Monte Cucco , con partenza dal rifugio da Tobia , attraversando l’ambiente
fiabesco della ‘Madre dei faggi’ per poi rifornirci di acqua alla sorgente dell’acqua fredda , vicino alle
vecchie carbonaie, dove si produceva carbone vegetale.
Passando per il ‘passo del lupo’ (dove abbiamo ammirato il Monte Catria e della Strega ). Continua a leggere →



18/10/2019 Terminillo – Monte I Porcini e Monte di Cambio

Partendo dal Rifugio Angelo Sebastiani mt. 1.820 (situato tra Prato Comune e Prato Cristoforo) si arriva sotto Iaccio Crudele e poi a Sella Iaccio mt. 1.792. Proseguiamo per un bel traverso a tratti su prato, a tratti su ghiaione ed altri dentro belle faggete fino a risalire a fianco del Prato Gelato (alla nostra destra) e la Costa Ghiaiosa (alla nostra sinistra) fino alla Vetta del Monte I Porcini mt. 1.982. Torniamo sui nostri passi scendendo di nuovo allo stradone bianco (dove io sono stato costretto a tornare al Rifugio a causa di un forte attacco di sciatica, ancora ora in atto). Gli altri hanno proseguito fino a raggiungere il Monte di Cambio mt. 2.081 poi sono tornati al Rifugio dove io li attendevo. Bella festa con merenda offerta dalle nostre due bravissime Direttrici Cristina e Rosetta.
D+ mt. 932 D- mt. 932. Lunghezza del percorso Km. 17,100. Tempo di percorrenza ore 6,00 senza soste. Difficoltà E. Pranzo al Sacco.
Continua a leggere →



11/10/2019 – TOSCANA – Crete Senesi

Bella escursione in un territorio veramente slpendido, le Crete Senesi. Partendoda Serre di Rapolanoprendiamo il sentiero 506/507 per Rapolano Terme, dopo poco più di un chilometro svoltiamo sulla nostra sinistra per il Solaio, proseguiamo fino all’attraversamento della Provinciale, e, poi ci portiamo al Podere Trenoper proseguire a cavallo delle Crete fino ad Asciano Dopo la visita alla cittadina e il pranzo ripartiamo per le Serre e copletare il nostro anello.
D+ m. 472 D- m. 472. Lunghezza del percorso Km.21,900. Tempo di percorrenza ore 5,30 senza soste. Difficoltà E. Pranzo presso il Ristorante L’Angolo dello Sfizio.
Continua a leggere →



04/10/2019 – Nel dominio delle acque – Dal Lago di Piediluco alla Cascata delle Marmore

Oggi bellissima giornata di sole e bellissima escursione nel ternano. Siamo partiti dal Lago di Piediluco, precisamente dalla baia di canottaggio, e percorrendo la costa del lago abbiamo visitato Piediluco, quindi simo saliti a Colle Santo per poi scendere al Porto e proseguire sull’argine fino a Marmore. Dopo aver visitatori il Cuor delle Fosse con i suoi invasi per recupero delle acque creati dai romani prima di Cristo, siamo arrivati , per le ore 15,00 precisi per l’apertura del getto dell’acqua nella bellissima cascata delle Marmore. Scendendo per il bellissimo tracciato siamo arrivati alla sua base per poi risalire ai belvedere al di la della strada provinciale dove abbiamo apprezzato, nella sua interezza, la più bella cascata d’Europa.
D+ m. 329 D- m. 482. Lunghezza del percorso Km. 17,800. Tempo di percorrenza ore 5,30 senza soste. Difficoltà E. Pranzo al sacco.

Continua a leggere →