24/02/2019 – Nella valle
del Subissone
Organizzata da:
Alp. Giovanile
Umbria
CAI Sottosezione di Orvieto
Data Uscita: 24 Febbraio 2019
Tipo UscitaDifficoltàMezzoLuogo di ritrovoOrario
EscursionisticaEAutoParcheggio Coscetta (Orvieto Scalo)8:30
Descrizione:

Raggiunta in auto la frazione di Torre Alfina, entrata nel novero de "I borghi più belli d'Italia", l'escursione ci porterà ad addentrarci nella valle del torrente Subissone, confine meridionale naturale della "Riserva di Monte Rufeno". Scenderemo per un bel sentiero di bosco, conosciuto come "La Scialimata", termine dialettale con il quale si fa riferimento al vasto movimento franoso che interessa le pendici digradanti verso il Paglia. Questo sentiero è davvero suggestivo, con gli inusitati squarci panoramici che offre sulla val di Paglia, su Castellazzara, sul monte Amiata, con dei tabelloni esplicativi precisi e ben posizionati (di grande spessore didattico-scientifico quello riguardante l'orogenesi del territorio!), con i suoi ponticelli in legno che attraversano i fossi, in mezzo a querceti frammisti, però, a discutibili rimboschimenti di pini (alcuni addirittura della specie "marittimo"!!!); veramente desolante lo spettacolo offerto dai numerosi tronchi abbattuti dai forti venti. Dopo aver superato il casale Putifaro, reso quasi invisibile dalla vegetazione, scenderemo di netto fino al greto del torrente, dove troveremo il vecchio Mulino sul Subissone, molto ben ristrutturato, e un antico ponte che lo attraversa (chiamato "Romano" dagli abitanti del posto, anche se su una pietra è inciso l'anno 1837); c'è tanta frescura, ma c'è soprattutto la sensazione di essere in un luogo pervaso da un'atmosfera incantata. Di qui passava l'antica Via Salara, che collegava Acquapendente a Torre Alfina, e che noi ripercorreremo per far ritorno alle auto, passando davanti allo stupendo casale Giardino, oggi sede del Museo del fiore. Se saremo fortunati (a seconda del regime delle acque), con una piccola divagazione sarà possibile vedere da lontano la cascata del Subissone.
Si tratta di una camminata facile (solo nella prima parte è presente qualche passaggio in discesa un po' sconnesso), di lunghezza e dislivello modesti, adatta ai ragazzi, e quindi, a maggior ragione, a tutti coloro che ricercano un escursionismo "leggero".

Tempo: 3-4Termine Prenotazione
22 Febbraio 2019
Distanza: 9 Km
Dislivello Salita: 250 m
Dislivello Discesa: 250 m
Giro ad Anello
Pranzo: al sacco
Equipaggiamento obligatorio: Scarponi da Trekking, Abbigliamento Trekking

Uscita aperta a tutti
I soci CAI che intendono partecipare, entro il 22 Febbraio 2019 devono prenotarsi in sede, dove i direttori illustreranno il percorso e tutto ciò che sarà ritenuto utile per la buona riuscita dell'escursione stessa. Al momento della partenza il socio dovrà presentare la Tessera CAI, pena l'esclusione.
I non soci, sempre entro il 22 Febbraio 2019 presso la sede, dovranno versare 9,00 € come quota di una giornata di assicurazione e rilasciare i propri dati anagrafici.
PER ADESIONI E INFORMAZIONI all'uscita contattare i seguenti numeri
Direttori Uscita: Monachini Mario 3282740281 e Di Nicola Gianpiero 320248 2971

Ti serve del materiale per effettuare l'uscita? Clicca qui per prenotarlo


Dai uno sguardo alle Difficolta escursionistiche
Non sei Socio CAI? Vuoi Tesserati clicca QUI
Vuoi partecipare all'escursione senza tesserarti? Clicca QUI per scaricare il modulo da compilare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.