Commissione

Tutti Su Per Terra
23 ottobre 2021 Vulci
Parco archeologico di Vulci, una città della dodecapoli etrusca
Lazio
CAI Sezione di Orvieto
Data Uscita: 23 Ottobre 2021
Tipo Uscita e DifficoltàMezzoLuogo di ritrovoOrario
Escursionistica - EAutoParcheggio Coscetta (Orvieto Scalo)8:30
Descrizione:

Vulci iniziò a formarsi intorno al IX secolo a.c. su un ampio pianoro posto a breve distanza dalla costa tirrenica, sulle rive scoscese del fiume Fiora. Proprio sotto l’acropoli della città, il fiume Fiora si allarga a formare il laghetto del Pellicone (vi fu girata una scena del film “NON CI RESTA CHE PIANGERE”). Questo anfiteatro roccioso racconta la storia geologica di questo territorio dove sullo strato calcareo emerso dal fondo oceanico si sovrapposero i prodotti magmatici dei vulcani Volsini.
I resti archeologici oggi visibili sul pianoro sono principalmente quelli della città romana che intorno al 280 a.c. si sovrappose a quella che era stata una delle più importanti città etrusche, facente parte della dodecapoli etrusca, una confederazione delle città stato dell’Etruria.
Nel corso dell’Alto Medioevo il pianoro di Vulci venne abbandonato e la popolazione si trasferì nell’insediamento romano di Forum Aurelii (Montalto di Castro).
La visita inizierà con una sosta presso il Castello dell’Abbadia, sede del Museo Archeologico Nazionale di Vulci nei cui pressi si potrà ammirare lo spettacolare Ponte dell’Abbadia, di origine etrusca con interventi in età romana e medievale.
Si proseguirà con la visita al sito archeologico della città di Vulci, passeggiando sulle antiche strade basolate romane, i resti dei templi, delle case, delle botteghe, delle terme, ecc.
Terminata la visita alla città, per un viottolo e stradina campestre si scenderà al suggestivo Laghetto del Pellicone.
Risaliremo il sentiero e termineremo la visita al Parco Archeologico di Vulci.

L'ingresso al parco di Vulci è a pagamento.

Ogni partecipante è tenuto a rispettare le normative anti Covid e deve dotarsi di mascherina e gel disinfettante.

Tempo: 4h senza sosteTermine Prenotazione
21 Ottobre 2021
Distanza: 8 Km
Dislivello Salita: 71 m
Dislivello Discesa: 71 m
Giro ad Anello
Pranzo: al sacco
Equipaggiamento obligatorio: Scarponi da Trekking

Uscita aperta a tutti
I soci CAI che intendono partecipare, entro il 21 Ottobre 2021 devono prenotarsi in sede, dove i direttori illustreranno il percorso e tutto ciò che sarà ritenuto utile per la buona riuscita dell'escursione stessa. Al momento della partenza il socio dovrà presentare la Tessera CAI, pena l'esclusione.
I non soci, sempre entro il 21 Ottobre 2021 presso la sede, dovranno versare 12,00 € come quota di una giornata di assicurazione e rilasciare i propri dati anagrafici.
PER ADESIONI E INFORMAZIONI all'uscita contattare i seguenti numeri
Direttori Uscita: Ciarlora Tonino 3296509988 e Rossi Emanuele 3472821987
COVID
Scarica il modulo di autocertificazione da consegnare compilato e firmato ai direttori di escursione SCARICA

Ti serve del materiale per effettuare l'uscita? Clicca qui per prenotarlo


Dai uno sguardo alle Difficolta escursionistiche
Non sei Socio CAI? Vuoi Tesserati clicca QUI
Vuoi partecipare all'escursione senza tesserarti? Clicca QUI per scaricare il modulo da compilare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.